Orologi in macramé

Buongiorno da me e dai miei nuovi orologi con cinturino in macramé!

Oggi, miei cari lettori, voglio mostrarvi alcune delle ultime creazioni realizzate con la tecnica che amo tanto: il macramé, appunto!

OROLOGI IN MACRAME

Da orologi economici, con quadrante di vario tipo è possibile ottenere qualcosa di bello ed originale, adatto a qualsiasi tipo di gusto.

Questi orologi possono essere realizzati su richiesta nei colori preferiti.

Ovviamente vi premetto che acquisto i quadranti in quantità, ma mi arrivano dopo circa 2 mesi.Per cui, chi mai volesse comprare un oggetto simile, deve avvisarmi con larghissimo anticipo, a meno che non abbia la pazienza di aspettare.

Vi mostro i tre nuovi modelli realizzati in queste ultime settimane (il più recente ieri).

Eccoveli, in ordine di realizzazione.

orologi in macraméQuesto modello è stato acquistato al prezzo di 20€ da un’amica che vive nella provincia di Vicenza. Ovviamente nella foto non avevo ancora realizzato la chiusura regolabile proprio per mostrare l’orologio nella sua interezza.

Scelgo spesso la chiusura regolabile per andare incontro alle esigenze delle varie persone. Non tutti abbiamo lo stesso polso, ma con la chiusura regolabile il problema si risolve subito.

Il secondo, che sta avendo molto successo sul mio account di Pinterest è questo.

orologi in macramèQuesto, a differenza del precedente ha una chiusura ad asola con perla. L’ho realizzato in funzione del mio polso che é normale, per cui non penso sarà difficile trovare qualcuno a cui possa andare bene.

Infine, l’ultimo lo vedete sotto. Ha una lavorazione a “cuoricini” ma non è stato difficile farlo. Forse è quello che mi ha portato via meno tempo.

orologi in macraméAnche questo ha una chiusura ad asola e perla.

Qualche mese fa, non so se ricordate, ne avevo fatti altri. Alcuni li potete vedere qui in questo articolo che si chiama “Lavori in corso – parte seconda“. A fine articolo trovate il modello verde che è ancora disponibile.

Tutti gli orologi vengono venduti in una scatolina regalo, per cui se volete fare un pensierino speciale a qualcuno senza spendere tanto questo potrebbe essere ciò che fa per voi!

Gli orologi hanno tutti una batteria ed il blocco azionato per evitare che si scarichi; inoltre volevo ricordarvi che gli orologi con asola e perla hanno una lunghezza di circa 19 cm.

Per richieste personalizzate contattatemi e ne parleremo meglio.

Alla prossima e buona Domenica!

 

Please follow and like me:

Sagra dei ravioli a Gonnesa: resoconto della serata

Buongiorno!Eccomi per il resoconto della serata! Ieri è stata la volta della Sagra dei ravioli, che già solo al nominarlo mi viene l’acquolina in bocca. 😂

Che dire? E’ andata molto bene, al di là delle nostre aspettative! Ero abbastanza ottimista, visto che il mercatino in spiaggia, sempre a Gonnesa, sta andando alla grande ma giuro che non mi sarei aspettata di ricevere tanti complimenti (e acquisti) come quelli ricevuti ieri!

Partiamo dall’inizio.

Siamo arrivate a Gonnesa alle 16.30 circa e, dopo aver occupato la nostra postazione, abbiamo montato la nostra bancarella.

Il vento fortunatamente ci ha graziate e abbiamo potuto esporre le nostre creazioni senza problemi di sorta e senza doverci preoccupare che volasse tutto, come ultimamente sta capitando spesso..

Ecco le foto, che rendono un’idea di ciò che abbiamo combinato😛

sagra dei ravioli

In un primo momento non c’è stato grosso movimento. Ci era stato detto infatti che non fosse una manifestazione molto frequentata e questo un po’ ci ha preoccupate.

Dalle 21 circa in poi, però,le persone hanno cominciato ad uscire e fermarsi negli stand ed è proprio in quel momento che abbiamo venduto maggiormente. In particolare, ieri, si sono fermati turisti del nord Italia e sono loro che hanno speso di più. Forse attirati dalla cena invitante (non per niente era la sagra dei ravioli!), ma forse anche dal fatto che i nostri oggetti sono veramente originali e unici.

Qui sotto vedete le bellissime ed originali creazioni  de L’Emporio dell’Indeciso (dai gadget fandom, alle scarpine realizzate all’uncinetto, per non parlare dei bracciali acchiappasogni  e della bellissima collana con bambolina donna sarda (tra l’altro venduta proprio ieri). Cliccando sulle immagini accederete alla pagina facebook.

Non solo. Possiamo essere orgogliose di dire che anche la gran parte degli espositori sono stati realizzati da noi, interamente a mano!


sagra dei ravioli
sagra dei ravioli

Più sotto, invece, vedete il mio stand,dove chiaramente prevalgono i gioielli realizzati in macramè. I complimenti ricevuti sono stati tanti e mi hanno resa orgogliosa di ciò che con pazienza, tempo e passione realizzo da ormai due anni.

Ricordo agli inizi come fosse difficile vendere questi gioielli. C’è sempre stato lo scoglio dei gusti delle persone, abituate alla classica bigiotteria e spesso alle cinesate che poi molti “artigiani” rivendono nelle proprie bancarelle spacciandoli per pezzi fatti a mano. 😒

Ed è proprio per questo che sono orgogliosa di ciò che sto facendo.

Sentirsi dire che la propria bancarella è una rarità (e che i gioielli proposti sono originali e difficili da trovare in giro per la zona)  è stato il complimento più bello che potessi ricevere.❤️️

Questo mi spinge a continuare in questa direzione, cercando di migliorarmi e rendere sempre più originali i miei lavori per andare incontro ai gusti delle persone che amano questo tipo di creazioni.

sagra dei ravioli

Adesso ci aspetta un tour de force, settimana prossima.

L’Art di Gonnesa – a Gonnesa (CI), giovedi 24 Agosto

Cosplay Paradise ad Iglesias (CI) venerdi e sabato 25 e 26 Agosto.

Non mancate, mi raccomando!😉

Alla prossima!

 

Please follow and like me:

Lavori in corso -parte seconda-

Buon pomeriggio a tutti!

Torno dopo qualche giorno (forse più di qualche giorno), per dirvi che i lavori procedono. Ci sono stati degli intoppi come ad esempio la scrittura sul FIMO.. 

Prima di iniziare dei lavori mai fatti prima, generalmente, faccio una ricerca sul web per vedere quali info utili possa utilizzare.e così ho fatto pure stavolta.

Peccato che le informazioni trovate sul web non fossero attendibili.  

Per farmi capire vi dico che dovevo scrivere sul fimo cotto e sul web ho trovato che “le penne permanenti per CD sono ottime per questo scopo”.

FALSO 

Le penne per cd scrivono sì sul fimo, ma dopo 10 12 scritte si scaricano completamente.

Risultato? Se devi scrivere su 60 pezzi ti servono quasi 6 penne dello stesso colore! 

Per la cronaca, ho provato due tipi di marca.

Penne permanenti Stabilo: prese in confezione da 8 pagando in totale con le spese circa 17€ sono state da buttare dopo solo 12 pezzi che ho dovuto rifare di sana pianta. Non solo, il colore è, il giorno dopo, diventato fosforescente per cui illeggibile.

Penne permanenti Steadler: acquistata una. Stesso risultato, con la differenza che il colore ha tenuto leggermente di più.

Però i lavori procedono.

Come ho risolto, vi domanderete.

Acrilico, penna scarica della stabilo che ha la punta sottile e via! Come gli scrivani!

Solo che ora é sorto un altro problema.

Devo impermeabilizzare le scritte in acrilico sul FIMO che, altrimenti rischiano di sparire. Perciò altri soldi da spendere. E non trovando un piffero qua dove sto io sono sempre costretta a ricorrere al web perciò, oltre alle spese dell’oggetto, si sommano quelle postali. Un salasso in pratica. 

Ma torniamo a noi.

I lavori procedono ma purtroppo non posso postare foto dei lavori in corso semplicemente per non levare la sorpresa agli interessati.

Vi dico solo che, nelle pause, sto sperimentando altre cose da proporre, eventualmente ai prossimi mercatini!

Tipo questi anellini semplicissimi e colorati realizzati con fil di ferro e smalto, da un’idea trovata su instagram! Ora devo solo capire se lo smalto reggerà abbastanza oppure no. Diciamo che devo fare il crash test!

Inoltre, ho sperimentato la pasta di bicarbonato che, ancora, fa parte dell’ignoto per me.

La pasta di bicarbonato è una pasta modellabile che consiste di tre semplici ingredienti, facilmente reperibili e che probabilmente abbiamo tutti in casa:

•Bicarbonato

•Acqua

• Maizena

 

Trovate un ottimo tutorial qui

Io l’ho usato e sono soddisfattissima, anche se ancora devo ben capire come colorarla.  Qualcuno suggerisce i coloranti alimentari in polvere oppure i gessetti. ma ho pure letto qualcuno che usa le tempere.  Bah, vedrò di informarmi meglio a riguardo e magari la utilizzerò per alcuni lavori, specie per la sua consistenza soda, la lucentezza e il fatto che, a differenza della pasta di mais, resta bianca anche senza colorazione!

La vedete qui sotto!

 

E a parte questo, appena terminerò i lavori di cui vi ho parlato, procederò col macramè, la cosa che al momento mi piace di più.

Per l’occasione ho acquistato degli orologi a cui rifarò il cinturino. Uno l’ho già realizzato qualche settimana fa, mentre gli altri due sono da fare di sana pianta.

La luce non rende giustizia al lavoro fatto, ma vi assicuro che dal vivo ha un bell’effetto. Sembra il verde irlandese!

Più in là mi dedicherò a questi invece, sperando venga fuori una cosa carina!

scusate la foto sulla tovaglia della cucina 

Comunque, questi sono gli aggiornamenti fino ad ora.

Spero, col prossimo post, di mostrarvi i lavori finiti. Sennò dovrete pazientare ancora un pochino!

A presto! 

 

Please follow and like me: