L’Art di Gonnesa: è arrivato il gran giorno!

Buon pomeriggio a tutti!

Ogni tanto mi assento e non mi faccio sentire. Vi chiedo scusa, ma sono occupata coi lavori che sto cercando di realizzare per i vari mecatini che sono dietro l’angolo. Il primo e più importante fra tutti, al momento è quello che si terrà al mare domani pomeriggio, fino a notte inoltrata.

Da domani, 20 Luglio, infatti per tutti i giovedì di luglio, Agosto ed i primi due di settembre sarò sul lungomare di spiaggia di mezzo a Gonnesa (CI) con la mia amica L’emporio dell’Indeciso per L’Art di Gonnesa,evento in cui esporremo i nostri lavori artigianali stando belle spaparanzate al sole caldo di fine Luglio. In concomitanza con questo evento ci sarà il karaoke, per questo speriamo di cuore che ci sia abbastanza gente  (e magari anche turisti) interessata ai nostri lavori artigianali.

Per l’occasione esporrò lavori vecchi e nuovi, come questi carinissimi gufetti realizzati in macramè con spago.legnetti e fiori secchi colorati. Diciamo che questi sono dei classici portafortuna, da appendere ad una parete o nell’esterno di una porta. Insomma, gli usi possono essere molteplici. Possono essere appesi dove meglio si crede.

Che ne pensate, non sono carini?

E poi ho realizzato degli anelli davvero carini seguendo il tutorial di CSL Design che trovo splendido!  Questa ragazza ha avuto un’idea davvero eccezionale ed il risultato finale lo conferma in pieno! Io per la maggior parte ho utilizzato 12 fili, anzichè 14. Il risultato comunque è questo e sono molto soddisfatta, lo ammetto. Voi che ne pensate? Sono un’idea carina per l’estate!

Detto questo, spero che domani vada tutto bene e si venda tanto che ne abbiamo bisogno!

Ci sentiamo nel fine settimana così vi farò un resoconto della serata!

Alla prossima!

Please follow and like me:

Aggiornamenti sul blog:cosa vorreste vedere?

Ed eccomi qui ad aggiornare il blog, amici.☘💕

In attesa di creare qualcosa di nuovo (in questo momento ho pochissimo tempo), ho deciso di aggiornare un pochino il blog per renderlo più interessante e trovare altri lettori.

La prima cosa che ho pensato di fare è stata quella di creare la sezione “Risorse“, che trovate nel menu in alto nella homepage.

Che cos’è questa sezione e perché ho deciso di crearla?

Ho semplicemente pensato di creare una zona nel blog che riunisse i link di siti e/o pagine che offrono servizi oppure materiale per i lavori manuali. Questo è utile per me che posso ritrovare facilmente i collegamenti ch ritengo utili, ma anche semplificare la navigazione nel sito. In questo modo si crea uno scambio di visite che può aiutare il blog a crescere! Perché sì, più visibilità ha il blog, più visibilità ha la mia attività e più il mio adsense cresce.

Infatti, come saprete, per far crescere un blog e renderlo “famoso” non conta solo l’argomento che si sceglie, ma anche il sapersi creare un pubblico attento e interessato a ciò che si scrive.

Per questo ho pensato anche di fare un sondaggio per sapere quali dei miei lavori in macramépreferite! Bracciali o orecchini? Oppure preferite i ciondoli!

Voglio sapere quale dei miei lavori vi attira di più😁
Questo mi aiuta a focalizzare meglio le mie forze su un tipo di lavoro, non trascurando comunque gli altri oggetti!
Se vi va lasciate pure un commento e spiegatemi il perché della scelta.

Per ora è tutto, carissimi. Alla prossima!

Please follow and like me:

Lavori in corso -parte seconda-

Buon pomeriggio a tutti!

Torno dopo qualche giorno (forse più di qualche giorno), per dirvi che i lavori procedono. Ci sono stati degli intoppi come ad esempio la scrittura sul FIMO.. 

Prima di iniziare dei lavori mai fatti prima, generalmente, faccio una ricerca sul web per vedere quali info utili possa utilizzare.e così ho fatto pure stavolta.

Peccato che le informazioni trovate sul web non fossero attendibili.  

Per farmi capire vi dico che dovevo scrivere sul fimo cotto e sul web ho trovato che “le penne permanenti per CD sono ottime per questo scopo”.

FALSO 

Le penne per cd scrivono sì sul fimo, ma dopo 10 12 scritte si scaricano completamente.

Risultato? Se devi scrivere su 60 pezzi ti servono quasi 6 penne dello stesso colore! 

Per la cronaca, ho provato due tipi di marca.

Penne permanenti Stabilo: prese in confezione da 8 pagando in totale con le spese circa 17€ sono state da buttare dopo solo 12 pezzi che ho dovuto rifare di sana pianta. Non solo, il colore è, il giorno dopo, diventato fosforescente per cui illeggibile.

Penne permanenti Steadler: acquistata una. Stesso risultato, con la differenza che il colore ha tenuto leggermente di più.

Però i lavori procedono.

Come ho risolto, vi domanderete.

Acrilico, penna scarica della stabilo che ha la punta sottile e via! Come gli scrivani!

Solo che ora é sorto un altro problema.

Devo impermeabilizzare le scritte in acrilico sul FIMO che, altrimenti rischiano di sparire. Perciò altri soldi da spendere. E non trovando un piffero qua dove sto io sono sempre costretta a ricorrere al web perciò, oltre alle spese dell’oggetto, si sommano quelle postali. Un salasso in pratica. 

Ma torniamo a noi.

I lavori procedono ma purtroppo non posso postare foto dei lavori in corso semplicemente per non levare la sorpresa agli interessati.

Vi dico solo che, nelle pause, sto sperimentando altre cose da proporre, eventualmente ai prossimi mercatini!

Tipo questi anellini semplicissimi e colorati realizzati con fil di ferro e smalto, da un’idea trovata su instagram! Ora devo solo capire se lo smalto reggerà abbastanza oppure no. Diciamo che devo fare il crash test!

Inoltre, ho sperimentato la pasta di bicarbonato che, ancora, fa parte dell’ignoto per me.

La pasta di bicarbonato è una pasta modellabile che consiste di tre semplici ingredienti, facilmente reperibili e che probabilmente abbiamo tutti in casa:

•Bicarbonato

•Acqua

• Maizena

 

Trovate un ottimo tutorial qui

Io l’ho usato e sono soddisfattissima, anche se ancora devo ben capire come colorarla.  Qualcuno suggerisce i coloranti alimentari in polvere oppure i gessetti. ma ho pure letto qualcuno che usa le tempere.  Bah, vedrò di informarmi meglio a riguardo e magari la utilizzerò per alcuni lavori, specie per la sua consistenza soda, la lucentezza e il fatto che, a differenza della pasta di mais, resta bianca anche senza colorazione!

La vedete qui sotto!

 

E a parte questo, appena terminerò i lavori di cui vi ho parlato, procederò col macramè, la cosa che al momento mi piace di più.

Per l’occasione ho acquistato degli orologi a cui rifarò il cinturino. Uno l’ho già realizzato qualche settimana fa, mentre gli altri due sono da fare di sana pianta.

La luce non rende giustizia al lavoro fatto, ma vi assicuro che dal vivo ha un bell’effetto. Sembra il verde irlandese!

Più in là mi dedicherò a questi invece, sperando venga fuori una cosa carina!

scusate la foto sulla tovaglia della cucina 

Comunque, questi sono gli aggiornamenti fino ad ora.

Spero, col prossimo post, di mostrarvi i lavori finiti. Sennò dovrete pazientare ancora un pochino!

A presto! 

 

Please follow and like me: